L’ABC DI EXPO PER IL VISITATORE (4° parte)

Parata di Foody a ExpoCosa non passa al controllo dei raggi X? Expo è sicuro? A che ora è meglio presentarsi ai tornelli? A che ora sfila Foody? Per queste e altre domande trovi la risposta nella quarta e ultima parte dell’Abc di Expo per il visitatore. Per saperne ancora di più clicca sui link in fondo al post. E poi parti per Expo!

RAGGI X

Prima di obliterare il biglietto ai tornelli devi passare sotto uno dei 450 archetti destinati al controllo delle persone e sottoporre la tua borsa o il tuo zaino a una delle 108 apparecchiature a raggi X. A differenza di quanto è accaduto in un primo periodo, adesso il casco da motociclista è consentito: me lo hanno confermato alcuni addetti al controllo che ho incontrato all’ingresso Ovest Triulza. Ovviamente non sono ammessi qualsiasi oggetto che possa arrecare danni a terzi, sostanze stupefacenti e nocive, materiale di propaganda. Delle bevande consentite o meno ho già detto alla voce Acqua.

Chaise-longue sul DecumanoRELAX

La visita a Expo è impegnativa, quindi approfitta delle sedute e delle chaise-longue che trovi su Cardo e Decumano e degli spazi di relax offerti dai padiglioni. Da questo punto di vista, quello dell’Austria non lo batte nessuno: potrai goderti aria fresca e pulita nel bel mezzo di un bosco. Inoltre, questa estate la piscina della Repubblica Ceca si trasformava spesso in luogo di ristoro per piedi affaticati.

Ragazze in parata ExpoSHOW ED EVENTI

Expo offre show di ogni tipo: in molti padiglioni lo spettacolo è l’atto conclusivo della visita, in altri ne costituisce l’essenza, Cardo e Decumano ne ospitano diversi, il Lake Arena è sede dei giochi d’acqua dell’Albero della Vita, questi ultimi solitamente in programma a ogni ora durante il dì e a ogni ora o mezz’ora di sera, partendo da orari diversi a seconda del periodo e comunque non oltre le 23. Quanto agli show dei padiglioni, sono assolutamente da vedere quelli di Kazakistan, Emirati Arabi Uniti e Giappone. Fino al 30 agosto, dal mercoledì alla domenica, presso l’Open Air Theatre è andato in scena lo spettacolo Alla vita! del Circle du Soleil, i cui biglietti dovevano essere però acquistati separatamente da quello d’ingresso a Expo. Fino alla fine di settembre, i visitatori hanno inoltre potuto assistere come pubblico in studio alle registrazioni di The Cooking Show. Il mondo in un piatto, la trasmissione di Rai 3 condotta da Lisa Casali. Considera poi che di show cooking a Expo ce ne sono tanti, organizzati presso i padiglioni o i cluster. Tra le attrazioni per i più piccoli, c’è la parata di Foody e i suoi amici, in programma ogni giorno alle 12 e alle 16. Infine, ogni Paese festeggia il proprio National Day animando Expo con abiti, piatti e tradizioni propri. Per sapere quali appuntamenti sono previsti per la giornata della tua visita, dai un’occhiata qui.

SICUREZZA

A Expo mi sono sentita sicura. La presenza delle forze dell’ordine è evidente e percepibile: se ne incontrano su Cardo e Decumano, nei padiglioni, nei luoghi di ristorazione, ovunque. Percorrendo il perimetro del sito con la navetta, arrivi a sorprenderti del forte dispiegamento di mezzi. D’altra parte, mille unità a turno nei giorni di picco e 500 negli altri non sono bazzecole. Come non lo sono le 500 telecamere installate all’aperto (230 dentro l’area Expo e 270 sul perimetro) e le 2mila collocate all’interno delle strutture espositive (oltre a quelle dei singoli padiglioni).

SCARPE

Solo comodissime, perché dovrai scarpinare parecchio.

SCIARPA

Portane sempre una con te. In alcuni padiglioni ti servirà: negli Emirati Arabi Uniti ti ritroverai nel bel mezzo di una tempesta del deserto, nel Padiglione Zero e in Marocco ci sono sale con diverse temperature… Questo perché in Expo si viaggia nel tempo e nello spazio.

TatuaggiTATUAGGI

Sono diversi i padiglioni che offrono la possibilità (anche gratuita) di farsi tatuaggi temporanei con pasta a base di henné.
In Qatar il servizio è riservato alle sole donne.

TEMA

Come tutti sappiamo, il tema di Expo è Nutrire il pianeta. Energia per la vita e ogni Paese l’ha interpretato a modo suo. Ho avuto modo di vedere gran parte dei padiglioni e, per il momento, quelli che a mio parere hanno maggiormente centrato l’argomento sono, in ordine sparso, Svizzera, Principato di Monaco, Inghilterra, Emirati Arabi Uniti, Israele, Kuwait, Germania, Belgio, Corea del Sud.

TOILETTE

Se non sei in un padiglione, trovi la toilette in uno degli edifici con la facciata in legno (le cosiddette “stecche”), che ospitano i punti di ristoro e riportano sul fronte la grande icona bianca di un piatto con le posate. Nei primi mesi di Expo, le mie amiche (e non solo) sono rimaste favorevolmente impressionate della pulizia dei servizi igienici. Con il grande afflusso di settembre e ottobre le cose sono inevitabilmente cambiate…

TORNELLI

Sono tanti e differenziati: per visitatori, per portatori di handicap e donne gravide, per chi ha il fast track, per i membri dello staff e per i media. Se non hai il fast track e vuoi accedere alle 10 del mattino, sappi che c’è chi si mette in coda alle 9, se non prima. Nel 90 percento dei casi, per la prima mezz’ora anche la navetta è stracolma. La soluzione migliore potrebbe essere quella di far slittare l’entrata in tarda mattinata e trattenersi un po’ di più la sera. Però a Expo ogni giornata è una storia a sé…

Stazione Rho Ovest TriulzaTRENI

La stazione Trenitalia è situata nei pressi dell’accesso Ovest Triulza, dove è anche dislocata la cosiddetta Sala Blu, punto informazioni per i disabili. I viaggiatori possono usufruire di sconti legati all’evento fino al 2 novembre. Per scoprire quali, clicca qui. Se ti devi incontrare con un amico sul binario d’arrivo del suo treno, per sapere qual è puoi solo ascoltare gli annunci. Non stare a cercare un tabellone con gli arrivi perché, benché di schermi ce ne siano davvero tanti, sono indicate solo le partenze. Evidentemente a Trenitalia e Trenord nessuno si è messo nei panni di una persona che ha problemi di udito.

VISITA GUIDATA

Privati, gruppi aziendali e delegazioni istituzionali italiane ed estere possono partecipare a visite guidate tenute da guide professioniste abilitate. Per conoscere costi e tipologie di tour, clicca qui. Si possono effettuare delle visite guidate (questa volta gratuite) anche al Biodiversity park grazie alle cosiddette “agriguide” dell’Università degli Studi di Milano. Per prenotare la tua visita clicca qui, oppure recati direttamente al parco dalle 15 alle 19.30. Gratuite sono anche le visite guidate al Cluster del caffè, che puoi prenotare presso la reception dello stesso, e alla mostra d’arte Il tesoro d’Italia, che puoi richiedere all’indirizzo e-mail visitailtesoroditalia@eataly.it

Volontari di EXpoVOLONTARI

Li chiamano “felpe bianche”, ma di bianco indossano anche una polo, sempre con la scritta Volunteer Expo Milano 2015. Di certo sono tra i ricordi più belli che si conservano del sito. Sono prevalentemente giovani, ma qualcuno è anche in là con l’età. Sono soprattutto italiani, ma ci sono anche stranieri. Arrivano la mattina alle 9 e, mentre i visitatori scalpitano ai tornelli, si ritrovano per il briefing col team leader. Si organizzano e, con la loro borsa piena di cartine, ventagli, un bel sorriso e tanta energia, diventano insostituibili punti di riferimento. Alcune volontarie mi hanno raccontato che si sono candidate via web, hanno sostenuto un colloquio, un piccolo corso di formazione on line e poi hanno prestato servizio 5 ore al giorno per 15 giorni consecutivi. In realtà, le formule di volontariato sono diverse. Se vuoi diventare volontario, inizia a consultare queste Faq.

WI-FI

A Expo puoi navigare gratis. Quando apri il browser, ti compare automaticamente la schermata d’accesso. Accetta i termini e le condizioni d’uso e il gioco è fatto. Però non stare troppo tempo davanti allo schermo, piuttosto guardati attorno.

ZANZARE

Il sito di Expo è circondato da canali d’acqua, quindi nelle zone più vicine a essi le zanzare ronzano facilmente. Se ne sei spesso preda, ti conviene portare con te un prodotto che ti aiuti a tenerle lontane.

Con questo post concludo l’Abc di Expo per il visitatore, ma non escludo aggiornamenti perché ogni volta che si visita Expo se ne scoprono delle belle. Ora siamo pronti a partire, a passeggiare per il Cardo e il Decumano alla scoperta dei padiglioni e non solo. Se vuoi continuare a viaggiare in Expo con Foodnuggets, iscriviti alla newsletter oppure diventane follower su Facebook o Twitter. Se invece vuoi aggiungere qualsiasi cosa a questa guida, scrivila nello spazio sottostante riservato ai commenti. Un’ultima cosa: buon Expo!!!

Aggiornato al 10 ottobre

Leggi anche

L’ABC DI EXPO PER IL VISITATORE (1° parte)
L’ABC DI EXPO PER IL VISITATORE (2° parte)
L’ABC DI EXPO PER IL VISITATORE (3° parte)

 

Annunci

3 pensieri su “L’ABC DI EXPO PER IL VISITATORE (4° parte)

  1. Pingback: L’ABC DI EXPO PER IL VISITATORE (3° parte) | Foodnuggets.com - Blog di cucina e cibo per tutti i gusti

  2. Pingback: L’ABC DI EXPO PER IL VISITATORE (2° parte) | Foodnuggets.com - Blog di cucina e cibo per tutti i gusti

  3. Pingback: L’ABC DI EXPO PER IL VISITATORE (1° parte) | Foodnuggets.com - Blog di cucina e cibo per tutti i gusti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...