LINGUINE CON SEPPIOLINE AL RHUM

Piatto di linguine con seppioline al rhum

“Appetitoso, colorato ma soprattutto sano… come un pesce!”
Stefano, 46 anni, webmaster

Ci sono momenti della vita in cui bisogna necessariamente voltare pagina. Sono momenti faticosi, se non altro perché senti il bisogno di capire da che parte andare: se continuare la lettura con un ritmo diverso, se saltare un bel po’ di capitoli o se interromperla del tutto. In questi momenti, mettermi ai fornelli mi aiuta a liberare la mente e di solito scelgo di preparare una torta.
Oggi, però, ho preferito cucinare un piatto che sapesse trasmettermi del buonumore in un modo un po’ diverso: un primo colorato e saporito, con un tocco leggermente estroso. Il colore è dato dal rosso passione dei pomodorini datterini, dal verde speranza del prezzemolo e dalle sfumature concilianti dei ciuffetti di seppioline. Il tocco leggermente estroso lo regala un goccino di rhum, usato al posto del tradizionale bianco secco.

Dedico questo primo, che ha saputo rincuorarmi, alle autrici di Ely’s Kitchen (must per gli amanti dei dolci al cioccolato), Orchidea Bliss’s Blog (emozionante diario di una futura mamma speciale) e Racconti dal passato (intenso viaggio nell’affascinante Londra dell’Ottocento), che nei giorni scorsi mi hanno menzionata per il Liebster Award e per il Very Inspiring Blog. Ragazze, non sapete quanto piacere mi abbia fatto il vostro pensiero e spero che questo piatto di buonumore possa contribuire a regalarvi una bella giornata.

Ingredienti per 2 persone
• Primo • Senza latticini • Senza uova • 50 minuti

Ingredienti per le linguine con seppioline al rhum• 160 g di linguine • 300 g di seppioline (1 quindicina) già eviscerate • 20 ml di rhum • 100 g di pomodorini datterini (1 quindicina) • 20 g di scalogno tritato grossolanamente • 1 ciuffo di prezzemolo • olio extravergine • sale e pepe

Preparazione

Con un coltello dividi dai ciuffetti di tentacoli le sacche delle seppioline, riducile listarelle e metti il tutto da parte (1). Dopodiché trita il ciuffo di prezzemolo e poi taglia in 4 parti ciascun pomodorino datterino, privandolo delle eventuali parti bianche (2). In una padella capiente metti a soffriggere lo scalogno in un filo d’olio extravergine (3) e, quando è appassito, aggiungi le listarelle e i ciuffetti di seppiolina (4). Lascia rosolare qualche minuto, quindi sfuma con il rhum e lascia evaporare. Nel frattempo, metti sulla fiamma una pentola piena d’acqua. Poi aggiungi in padella i pomodorini, insaporisci con sale pepe e continua la cottura per circa 30 minuti, allungando al bisogno con l’acqua della pentola accanto. Quando questa ha raggiunto l’ebollizione, unisci una presa di sale, quindi aspetta che torni a bollire e metti a cuocere le linguine (5). Al giusto punto di cottura, scola la pasta e trasferiscila nella padella del condimento. Salta sulla fiamma per qualche minuto, spolverando in ultimo con il prezzemolo tritato (6). Impiatta e porta in tavola.

Annunci

39 pensieri su “LINGUINE CON SEPPIOLINE AL RHUM

  1. Pingback: TORTA D’ANGURIA CON GOCCE DI CIOCCOLATO | Foodnuggets.com - Blog di cucina e cibo per tutti i gusti

  2. Il buonumore che percepivi tu nel prepararlo, riesci a trasmetterlo. Arriva attraverso gesti fatti di semplicità. Arriva, anche se a volte dentro abbiamo altro. Arriva, l’esplosione di colore che inonda gli occhi di gioia, solo a guardarlo. Felice d’averti incontrata| letta.
    E complimenti per tutto.

    Liked by 1 persona

  3. Carissima Sonia, ribadisco anche qui quanto mi hai resa felice con questa dedica!! Davvero non me l’aspettavo ed è stata una piacevole sorpresa! Inoltre questo piatto, ora che mi sono letta per bene la ricetta, è assolutamente favoloso, colorato e dev’essere proprio gustoso! Fantastico, mi rende davvero molto contenta che me lo hai dedicato, non vedo l’ora di provarlo! Ti ringrazio moltissimo e ti mando un abbraccio =)

    Liked by 1 persona

  4. Un primo piatto senza dubbio interessante dove il gusto emoziona il palato e i colori illuminano gli occhi. Il rhum regala quel carattere che lo rende speciale.
    Non è speciale però il momento che stai passando e questo mi dispiace, ho letto tanta amarezza nella metafora del libro, ci sono rami che diventano secchi e con dispiacere dobbiamo potarli per veder nascere nuove foglie e nuovi fiori … non sempre però ci riusciamo, lo so bene.
    Ti stringo in un grande abbraccio
    Affy

    Liked by 1 persona

    • Cara Affy, è proprio così: i rami secchi vanno potati. Ne sono pienamente consapevole e credo sia l’unica soluzione, ma trattandosi di una cosa in cui ho veramente investito tanto tempo e tanta energia la sto vivendo un po’ come una sconfitta. Adesso però devo scuotermi e agire!!! Sai che ti dico, sono veramente contenta di aver aperto questo blog e di avervi “conosciuto”. I vostri commenti sono un sostegno non indifferente. Grazie- 🙂

      Liked by 1 persona

  5. Grazie di cuore per la dedica e la ricetta. Me la tengo da conto per usarla per il mio ragazzo una volta che voglio stupirlo.
    Io non mangio pesce, so che può sembrare buffo visto che vivo sul mare, ma purtroppo sono allergica alla maggior parte di ciò che viene dal mare.
    Domenica sera gli ho fatto gli scampi e ho dovuto usare i guanti altrimenti mi vengono gli eritemi sulle mani.
    Però è una ricetta bellissima e sono convinta sia buonissima!
    Visto che non mangiandolo ne conosco poche ti ringrazio di vero cuore!

    Liked by 1 persona

  6. Ohi, ohi, qualche nube in quella testolina? Mi spiace. Io sono per il voltare pagina, anche se non riesco sempre a farlo. I tagli netti, come per le piante, sono preludio di nuove nascite, quindi, credo che sia (quasi) sempre bene farlo.
    Veniamo alla tua bellissima pasta: adoro le seppie, soprattutto con la pasta e il pomodoro, sono uno dei miei piatti forti. Da buona meridionale adoro mettere molto pomodoro e farle diventare proprio al pomodoro, ma ammetto che il pomodorino ha sempre il suo perchè 🙂 l’aggiunta del rhum non può che aumentare l’aroma di questo piatto già profumatissimo!
    Ti abbraccio!

    P:S Sai che ho visto solo stamattina la tua mail???Ti ho risposto prima 🙂

    Liked by 1 persona

    • Ciaooo! Hai perfettamente ragione sui tagli netti che sono preludio di nuovi inizi… già il passato me lo ha insegnato, ma che fatica ogni volta… beh, dai, diciamo che non siamo proprio le tipe che si annoiano! Questa pasta è molto buona anche più rossa, è vero, ma io ho un debole incredibile per il pomodorino datterino e amo anche andarne a cercare con il palato il sapore tra gli altri del piatto. Vedi… anche questa, a modo suo, è una ricerca! Sarà il periodo… 🙂

      Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...