LO STILE È SERVITO

Mise en place rossa

“Da dove comincio?” Se qualche anno fa mi ponevo questa domanda prima di organizzare una festa a casa mia, il senso era: “Cosa cucino?” Ora che i fornelli non li temo più, il quesito sta per: “Come addobbo la tavola?” In altre parole: sistemata la suocera, perfezionista del piatto cotto a puntino, vorrei finalmente sorprendere la mamma, personal home shopper nell’animo.

Poiché si dice sempre che nella vita non bisogna farsi trovare impreparati, nei giorni scorsi ho navigato tra le onde del web alla ricerca d’ispirazioni per la tavola perfetta in vista di prossime occasioni di ritrovo. E devo dire che l’e-book Profumi di primavera di Dalani, uno dei siti di e-commerce che più frequento, mi ha dato qualche idea preziosa.

Ma andiamo per gradi. Che vuol dire “tavola perfetta”? Beh, molto dipende dall’occasione (cena? pranzo? colazione di lavoro?) e dagli invitati (amici? parenti? conoscenti?). La mia concezione della “tavola perfetta” non è però tanto quella della “molto lussuosa”, quanto invece quella della “molto pratica e accogliente”. In altre parole, la mia tavola deve dare un caldo benvenuto a chi si accomoderà, ma non mi deve far impazzire. Quindi:

  • sì ai runner, perché sono ottimi alleati nel nascondere vecchie macchie tenaci
  • sì ai tessuti pratici, perché facili da lavare e stirare
  • sì alla tinta unita tenue per la tovaglia di base, perché si adatta a più runner e può dunque essere riproposta in tante occasioni
  • sì alle posate dal design distinguibile ma essenziale, perché si abbinano facilmente
  • sì ai sottopiatti, perché sono i più efficaci nemici delle macchie
  • sì a piatti monocromatici, perché fanno risaltare il cibo
  • sì a bicchieri dotati di personalità, perché fanno la differenza, ma non eccessivamente costosi, perché sono sempre le migliori vittime dei miei gesti maldestri.

Ciò detto, come passare dalla teoria alla pratica? E come dare alla tavola un personale tocco primaverile per trasmettere buonumore e armonia? Ad avere la fortuna, apparecchierei sul terrazzo, in giardino o sul balcone. Vivendo in un bilocale che affaccia su una trafficata via milanese, userò una certa dose d’immaginazione per aiutarmi a trasformare un angolo del soggiorno in un piacevole roseto. Non potendo godere della primavera fuori, cercherò comunque di ricrearla dentro, allestendo centrotavola profumati e colorati da erbe aromatiche, frutta o fiori. L’idea non è mia, bensì di Margot Zanni, style director e fondatrice di Dalani Home & Living, e del suo team, cui ho chiesto di mandarmi qualche esempio di mise en place.

Verde per un pranzo tra blogger
Mise enplace Dalani verdeSe dovessi organizzare una piccola e golosa festicciola tra blogger, sceglierei il verde perché sono convinta che noi siamo persone aperte alle novità e piene di speranza. Come segnaposto metterei un semplice bigliettino, arricchito da un ramo di rosmarino e da un limone che donerei come profumato e succoso ricordo di un piacevole confronto tra foodlover. Oltre che nei limoni, il tocco di giallo della base lo riproporrei in qualche piatto e/o sottopiatto mentre erbe aromatiche e frutta le raccoglierei in un ampio vassoio di legno per profumare e decorare.

 

Rosso per una cena con lui
Mise en place rossa DalaniFragole, lamponi, mirtilli e ribes in ciotola e vassoio bianco adornano la tavola con colori che a casa mia predominano. Di questa proposta amo particolarmente l’alternanza delle tonalità creata dalla disposizione dei piatti e il tocco raffinato delle candele. Sono sicura che lui apprezzerebbe molto e mi sa che prima o poi questo regaluccio glielo devo fare, viste le apparecchiate improbabili degli ultimi tempi. Ovvio, regaluccio per lui e regalone per me!

 

 

Rigato con gli amici
Mise en place rigato DalaniEcco il tavolo ideale per un barbecue che si rispetti. Il rigato riproposto per la tavola e il tavolino di servizio mette davvero di buonumore, così come gli annaffiatoi adibiti a vasi e il profumo del basilico che inebria l’atmosfera. Questo è forse l’unico caso in cui rinuncerei ai sottopiatti perché risulterebbero davvero eccessivi e sceglierei posate dai colori accesi per rafforzare il tocco di brio. Carinissima l’idea del nastrino che le lega al tovagliolo. In una simile occasione, anche se quest’ultimo fosse in carta non infastidirebbe nessuno.

 

Elegante per un incontro formale
Mise en place azzurra DalaniDicono che l’azzurro, dall’acqua marina al cobalto, sia il colore top del 2015. Non è però solo per questioni di tendenza che proporrei questa tavola in un’occasione formale: amo le lanterne perché conciliano un’atmosfera rilassata, soprattutto a cena. Mi piace anche che il tocco di eleganza sia dato dal runner in un tessuto non eccessivamente impegnativo e che i portatovaglioli non siano i classici anelli in acciaio o argento, eleganti sì ma a mio parere più opportuni nel periodo delle feste invernali.

 

Tu che faresti? Che tovagliato sceglieresti? Con cosa lo abbeliresti? Cosa reputi irrinunciabile per fare bella figura? Vogliamo raccogliere insieme un po’ di consigli che possono tornare utili a tutti? Aspetto le tue dritte!

 Fotografie di Dalani
Annunci

35 pensieri su “LO STILE È SERVITO

  1. Che peccato che non tutti abbiamo il tuo gusto e la tua sensibilità nello scegliere anche la tavola adatta ad accogliere il cibo che di prepara! Della cucina amo tutto e quando ricevo comincia molto presto a scegliere e a decidere come apparecchiare. Lo faccio in base a molti ragionamenti: la formalità dell’invito, il tipo di menù, la stagione, il numero dei commensali. Ho molte tovaglie e diversi servizi di piatti, di bicchieri e di posate proprio per non lasciare nulla al caso! Qualcuna delle mie tavole è spesso nel blog come sfondo ad alcune ricette. Complimenti per il post.

    Liked by 1 persona

    • Cara Silva, in realtà penso di avere molto da imparare in materia e penso anche che il web possa essere un valido aiuto in quanto a ispirazioni. Anche io, solitamente, inizio molto tempo prima a pensare alla tavola e al menu, ma non sono così fornita di stoviglie e tovagliati quindi un’occasione di festa spesso diventa anche occasione di creatività per trovare soluzioni mai sperimentate prima. Secondo me hai detto una cosa giustissima e per nulla scontata nel tuo commento: anche il tipo di menu è da considerare, non solo per una questione estetica ma anche per rendere agevole il servizio. Grazie per i tuoi consigli!

      Mi piace

  2. salottodeilibri

    Mi sono innamorata del tuo blog!! Lo trovo utilissimo! Lo mostrerò domani a mia madre e le farò prendere tanti spunti sia per le ricette che per questi consigli davvero preziosi!! Baci, Simona 🙂

    Liked by 1 persona

  3. Che bel post che hai scritto, adoro preparare la tavola sempre in modo diverso, e’ troppo divertente, le tavole che ci hai proposto sono molto belle, mi piace il rosso per una cena con lui, 😉 baci cara, buona serata, ❤

    Liked by 1 persona

  4. Di solito per addobbare la tavola uso la tovaglia di cotone oppure di lino colore bianco ricamato a mano da me , poi i fiori freschi e anche i sottopiatti colorati a volte di colore arancione a volte di colore rosso dipende se siamo nel periodo natalizio , invece in estate i sottopiatti li uso di colore arancione .con il computer stampo il menù e lo chiudo con il fioco di fiori per stupire i ospiti.bellissimo questo post .un sorriso 🙂

    Liked by 1 persona

    • Anche a me piacerebbe saper ricamare! Trovo che sia una cosa fantastica la capacità di personalizzare un tessuto… a mia sorella mia madre ha ricamato l’intera dote. Poi, quando è toccato a me andare a vivere altrove, era presa da altro quindi sono rimasta a bocca asciutta! Però ora non ho sensi di colpa se a una tovaglia preferisco un’altra perché tanto non sono quelle a cui lei ha dedicato parecchio tempo… 🙂 Mi piace molto la tua idea di mettere i fiori nel fiocco del tovagliolo, grazie per averla condivisa! Si potrebbe anche cercare il significato dei fiori e dedicarne uno ad hoc per ogni ospite così ecco trovato un ulteriore armento di conversazione. 🙂

      Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...